Angri, il preside ha deciso: «Stop abiti succinti a scuola»

Con l’arrivo del caldo si sa che l’abbigliamento prescelto inizia a lasciare scoperto alcune parti del corpo. Nulla di male, ma se questo però non avviene nelle scuole

ANGRI. Con l’arrivo del caldo si sa che l’abbigliamento prescelto inizia a lasciare scoperto alcune parti del corpo. Nulla di male, ma se questo però non avviene nelle scuole.

E cosi un preside di un istituto di scuola primaria e secondaria di Angri in provincia di Salerno anticipa l’arrivo delle temperature roventi degli ultimi giorni di scuola con annessi esami di stato emanando in una circolare l’assoluto divieto di presentarsi a scuole con abiti succinti.

Angri, il preside ha deciso: «Stop abiti succinti a scuola»

E quindi stop a bermuda, shorts, canotte, top scollati, gonne troppo corte e abbigliamenti tipici da spiaggia. E il divieto oltre che per gli alunni vale per i docenti, personale scolastico e anche i genitori che di tanto in tanto si presentano per gli incontri scuola-famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *