Al via il III Festival Internazionale della chitarra

EBOLI. Si svolgerà dal 6 all’8 dicembre ad Eboli, nella chiesa di San Lorenzo, il 3° Festival Internazionale della chitarra “Dalla Via del Grano alle Vie del Mondo”, organizzato dall’Associazione EboliMusica e dall’Associazione La Via del Grano, in collaborazione con il Comune di Eboli, Strumenti Musicali De Luca, l’Associazione “SitiArte”, la Casa di Angiù, l’Hotel […]

EBOLI. Si svolgerà dal 6 all’8 dicembre ad Eboli, nella chiesa di San Lorenzo, il 3° Festival Internazionale della chitarra “Dalla Via del Grano alle Vie del Mondo”, organizzato dall’Associazione EboliMusica e dall’Associazione La Via del Grano, in collaborazione con il Comune di Eboli, Strumenti Musicali De Luca, l’Associazione “SitiArte”, la Casa di Angiù, l’Hotel Cristal e con il supporto della Fondazione Villa Betania, della Cuenca Guitars e della Ditta Freenexport. La Via del Grano è un’ antica via settecentesca che collegava la capitale del Regno di Napoli alla Puglia; essa era crocevia di culture tra le patrie di alcuni tra i più eminenti compositori (M. Giuliani, G. Da Venosa, G. Paisiello, D.Scarlatti, F. Carulli, etc. ). Il Festival, che si terrà nella Chiesa di San Lorenzo, con la direzione artistica del M.° Giuseppe Del Plato e la preziosa consulenza storica di Damiano Faccenda, quest’anno ha un Testimonial d’eccezione, il M° Maximo Diego Pujol. Unica data italiana per il compositore e chitarrista argentino, è uno dei compositori più in vista sulla scena internazionale , una presenza che, dopo l’imponente partecipazione al Festival 2013 del M° Claude Bolling, sarà di sicuro impatto attraverso la genialità e la semplicità che solo i grandi hanno. Il Festival si aprirà il 6 dicembre con il Concorso di chitarra, musica da camera e orchestre di chitarre; la giuria sarà costituita da chitarristi come Roberto Fabbri, Maurizio Di Fulvio, Luciano Lombardi,Domenico Mottola (giovane vincitore della passata edizione del Concorso), il flautista Angelo Ruggieri, etc) . La sera alle ore 19.00 ci sarà il concerto dei vincitori del Concorso di Chitarra e la Finale del Concorso di Composizione per flauto e chitarra in cui oltre alla giuria composta dai compositori: M° Vincenzo Palermo (docente di composizione al Conservatorio di Cosenza), M° Paolo Còggiola (Docente di composizione al Conservatorio di Milano), Massimo Testa (docente di Direzione d’orchestra al Conservatorio di Avellino), in cui anche il pubblico decreterà il suo vincitore attraverso una votazione; si proseguirà, poi, domenica 7 dicembre alle 19.00 con il Concerto di assegnazione del Premio “Dalla Via del Grano alle Vie del Mondo” (i Premi consistono in delle opere appositamente create dall’artista ebolitana Diana Naponiello, già presente in personali in Italia ed all’estero), che quest’ anno è stato assegnato al Compositore-chitarrista argentino Maximo Diego Pujol (già docente di chitarra presso il Conservatorio di Buenos Aires), perchè con la sua musica ( in cui fonde il tango con la musica classica) , contribuisce ad unire i Popoli; a Roberto Fabbri per la sua brillante ed eclettica carriera concertistica, editoriale e didattica; al chitarrista- jazzista pescarese Maurizio di Fulvio per dedicare la sua arte alla fusione tra jazz e classica, jazz e musica brasiliana; a Luciano Lombardi per l’attività concertistica e didattica internazionale; al giovane Liutaio campano Alessandro Marseglia per essersi gia affermato in campo internazionale (per l’occasione sarà possibile poter provare una sua nuovissima chitarra costruita per l’occasione). Domenica 7 e lunedi 8 dicembre si terrà la Master di chitarra del M° Maximo Diego Pujol alla quale parteciperanno giovani chitarristi provenienti dall’ Italia e dall’estero. Presente anche una mostra di strumenti a corda di Domenico Iaccarino. Festival vuole essere il volano per far ridiventare Eboli crocevia delle culture facendone un laboratorio in cui artisti di vari Paesi si incontrano nei luoghi culla della cultura musicale mondiale (la Via del Grano), per trarre ispirazione gli uni dagli altri e senza false parole contribuire a costruire un mondo di pace e fratellanza. Conduce la serata la giornalista Rosaria Sica. Saranno presenti le telecamere di Sud tv.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *