Abusi sui bambini a Vallo della Lucania: suor Soledad rinuncia ai voti

VALLO DELLA LUCANIA. Suor Soledad rinuncia ai voti. La religiosa è accusata di abusi sessuali sui bambini quando era in carica presso l’Istituto Santa Teresa di Vallo della Lucania. Suor Carmen Soledad Bazan è stata condannata, in primo grado, a 8 anni di reclusione. La sentenza fu emessa nel 2012 e successivamente le è stato […]

VALLO DELLA LUCANIA. Suor Soledad rinuncia ai voti. La religiosa è accusata di abusi sessuali sui bambini quando era in carica presso l’Istituto Santa Teresa di Vallo della Lucania. Suor Carmen Soledad Bazan è stata condannata, in primo grado, a 8 anni di reclusione. La sentenza fu emessa nel 2012 e successivamente le è stato ritirato il visto per poi essere rimpatriata nella sua terra d’origine, il Perù dove ha tentato di continuare il suo percorso religioso ma invano. La religiosa, infatti, ha deciso di rinunciare all’abito monacale perché le accuse di abusi sui bambini erano troppo pesanti da sopportare. I fatti hanno inizio nel 2006, quando Soledad aveva solo 27 anni ed era in Italia da poco tempo. Intanto, è ancora in attesa della sentenza del processo d’Appello. I legali della donna hanno presentato la richiesta di assoluzione, anche per le due consorelle che furono condannate a 16 mesi per favoreggiamento e il muratore e il fotografo coinvolti nel secondo filone d’inchiesta già assolti in primo grado.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *