De Luca: «Io giudicato come Bin Laden e Totò Riina»

SALERNO. Vincenzo De Luca, si sa, non ha peli sulla lingua e oggi, nel consueto appuntamento del venerdì’ su LitaTv ne ha dato la prova. Il primo cittadino di Salerno ha inizialmente parlato del dissequestro di piazza della Libertà: «Grazie al magistrato che ha adottato il provvedimento, metteremo in sicurezza l’area dove di notte si […]

SALERNO. Vincenzo De Luca, si sa, non ha peli sulla lingua e oggi, nel consueto appuntamento del venerdì’ su LitaTv ne ha dato la prova. Il primo cittadino di Salerno ha inizialmente parlato del dissequestro di piazza della Libertà: «Grazie al magistrato che ha adottato il provvedimento, metteremo in sicurezza l’area dove di notte si addentravano i ragazzi ed inoltre possiamo completare un’opera molto importante per il territorio. Abbiamo dieci mesi di tempo per finire i lavori». De Luca ha parlato anche del rinvio a giudizio nel processo per il Crescent che lo ha riguardato: «Mi sono ritrovato con titoli a nove colonne per una richiesta di rinvio a giudizio. Nel mondo ci sono solo altre 4 o 5 persone che hanno avuto lo stesso peso mediatico cioè Bin Laden, Pacciani, Totò Riina, Pistorius ed io. I miei delitti più grandi sono stati quello di aver eliminato le chiancarelle e quello di aver fatto tagliare due platani malati – conclude il sindaco – visto che averne piantati 500 non è stato sufficiente».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *