22enne muore dopo operazione nel salernitano, la rabbia del padre: “Me l’hanno uccisa”

«Non mi darò pace fin quando non sarà fatta giustizia – ha dichiarato Domenico con la voce piena di rabbia – perché mia figlia me l’hanno uccisa»

SALA CONSILINA. «Me l’hanno uccisa», sono queste le parole che ripete costantemente Domenico Lobascio , il papà di Rosaria, la studentessa di 22 anni di Sala Consilina deceduta venerdì all’ospedale “Fucito” di Mercato San Severino dove era arrivata in seguito a delle complicazioni avute dopo un intervento di riduzione dello stomaco effettuato presso quello stesso ospedale.

La rabbia di Domenico Lobascio: “Me l’hanno uccisa”

«Non mi darò pace fin quando non sarà fatta giustizia – ha dichiarato Domenico con la voce piena di rabbia – perché mia figlia me l’hanno uccisa, ci sono troppe cose che non tornano in tutta questa vicenda e sono convinto che la morte di Rosaria poteva essere evitata se fosse stata prestata maggiore attenzione».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *